skip to Main Content
Immagine non disponibile

“Ti aiuto a diventare il fornitore preferito della Vendor List senza dover fare la guerra dei prezzi"

Immagine non disponibile

“Ti aiuto a diventare il fornitore preferito della Vendor List
senza dover fare la guerra dei prezzi"

Immagine non disponibile

"Vorresti più clienti e guadagnare di più ma odi vendere? Posso aiutarti!"

Immagine non disponibile

"Vorresti più clienti e guadagnare di più ma odi vendere?
Posso aiutarti!"

Immagine non disponibile

Aumenta i prezzi e trova nuovi clienti:
☒ senza dovergli convincere a comprare,
☒ senza mettergli pressione e insistere,
☒ senza concedergli sconti.

Immagine non disponibile

Aumenta i prezzi e trova nuovi clienti :
☒ senza dovergli convincere a comprare,
☒ senza mettergli pressione e insistere,
☒ senza concedergli sconti.

Immagine non disponibile

“Ti aiuto a portare la tua azienda al livello successivo e a renderla a prova di futuro"

Immagine non disponibile

“Ti aiuto a portare la tua azienda
al livello successivo e a renderla
a prova di futuro"

Immagine non disponibile

Per vendere di più, smetti di vendere❗

Immagine non disponibile

Per vendere di più, smetti di vendere❗

Immagine non disponibile

“Scopri come battere i concorrenti senza essere costretto a fare continuamente sconti"

Immagine non disponibile

“Scopri come battere i concorrenti senza essere costretto
a fare continuamente sconti"

previous arrow
next arrow
Slider

Perché il Marketing che ti insegnano all’Università non ti farà aumentare le vendite né trovare nuovi clienti

Perché Il Marketing Che Ti Insegnano All’Università Non Ti Farà Aumentare Le Vendite Né Trovare Nuovi Clienti

L’anno scorso ho letto un articolo che mi ha lasciato di sasso.

Parlava di Crisi, di aziende che chiudono (su le mani, lo so che stai facendo le corna!) e… di aziende che riescono a tenere botta.

Su, prova a indovinare:

Quali sono, secondo te, le aziende che hanno retto meglio alla crisi?

I pesci grossi? Le grandi realtà?

Sbagliato!

La risposta giusta è… le piccole medie imprese a conduzione familiare. Oh yes!

Non tutte, però.

Di gente che ha dovuto chiudere bottega, ce n’è a iosa anche nell’Elettronica Industriale.

Fortuna? Sfiga? No no.

Fidati: nel fallimento di un’impresa non c’è niente di casuale.

Così come nel Successo.

E’ tutta una questione di scelte.

Come nella storia di Claudio e di suo figlio Fabio.

Tieniti forte, perché è una bomba… una di quelle belle storie di successo che hanno sempre qualcosa da insegnare!

Claudio (nome di fantasia perché mi ha chiesto di non pubblicare i loro nomi) è sulla sessantina: un bel tipo, intelligente, con una super carriera alle spalle.

E’nato a Milano, è un milanese D.O.C. sin da bambino era affascinato dall’Elettrotecnica, si è diplomato perito elettronico agli inizi degli anni ’70 ed è stato subito assunto da un colosso americano che produceva Componenti Elettronici.

Super stipendio, macchina aziendale, clienti grossi dell’Automazione Industriale successi… insomma: tutto va a gonfie vele.

Claudio, però, ha qualcosa che i suoi colleghi non hanno: l’X – Factor, la classica “marcia in più”!

Certo, il lavoro da dipendente gli piace… ma sa di poter puntare più in alto, di meritarsi di più.

Sono gli anni di “Sapore di Mare”, le vacanze al Forte, la Capannina, “Rimini Rimini”, la “Baia Imperiale”, il boom economico, la bella vita.

É un attimo montarsi la testa, e Claudio ha molte idee che vuole assolutamente mettere in pratica.

Vuole fare il Cummenda ????

Così… TAAAAC!

Fa il salto: molla il posto fisso, lo stipendio certo e decide di mettersi in proprio.

Quando apre la sua ditta “Claudio Schede Elettroniche & C.“, ha i lacrimoni dalla gioia.

Anche la moglie, che gli sta dietro, ha i lacrimoni, ma non certo di commozione!????????????

Hanno litigato quasi subito, non appena lei ha saputo che lui voleva lasciare il lavoro:

“Ma tu sei scemo! Stiamo bene, facciamo una bella vita, stai facendo carriera… ma chi te lo fa fare, di lasciare un lavoro fisso e uno stipendio da favola?”

Claudio prova a calmarla: “Tranquilla, Amore, Fidati di me.

Vedrai che le cose mi andranno alla grande, ti prometto che l’anno prossimo, prendiamo la villa al Forte per un mese, Sole Wisky e Sei in Poleposition, TAAAAC!

Lei lo guarda dubbiosa, scuote la testa: “Ti conviene….Baùscia

Le cose iniziano bene, ma non benissimo.

Il primo anno, Claudio riesce a portarsi dietro qualche cliente che gli fa montare un pò di Schede Elettroniche: non quelli grossi grossi, ma insomma…gente che un po’ di grana la spende.

Gli anni dopo c’è solo da investire soldi per stare dietro ai cambiamenti di tecnologia, SMT, ROHS, chi più ne ha ne metta.

Poi arriva la “crisi” e le cose cominciano ad andare sempre peggio.

I clienti scompaiono, Claudio prova a rincorrerli ma non ci riesce.

“Che sfiga proprio adesso ci voleva sta crisi ? Si é fermato tutto!” 

Fabio il figlio: “Pà, è inutile che ti spacchi il melone, il mondo é cambiato.

Dobbiamo trovare nuovi clienti … anzi, dobbiamo farci trovare da loro.”

Claudio – che della situazione ne ha già le palle piene – si gira di scatto verso suo figlio Fabio, incazzato nero: “Ah, bravo il il mio erede! Ti metti anche a darmi consigli ora?

Vedi piuttosto di dare qualche esame, che non ti pago l’università per scaldare il banco!”

Fabio sbuffa, ne ha le palle piene anche lui: “Dai pà, scendi giù dalla pianta, te l’ho già detto… non è che se mi laureo in Economia e Commercio divento un Super Eroe e salvo l’azienda!

I libri sono pieni di teoria… noi abbiamo bisogno di pratica, di risultati immediati per fare andare avanti le cose.”

Claudio è lì lì per mollargli una sberla, ma si trattiene: “Uè “Son”….

Guarda che dalla civiltà del “Transistor” ti faccio tornare alla civiltà del”Tam Tam”!!!! 

Non venire a farmi la paternale anche tu adesso che sono già incazzato come un cinghiale…” 

Intanto le cose vanno sempre peggio…

La villa al Forte che Claudio aveva promesso alla moglie viene rimandata per l’ennesima volta.

Meno male che c’è l’Idroscalo!

Non ci andranno neanche quest’anno al Forte, è chiaro! Anche se nessuno dei due ne parla, si capisce che nell’aria c’è tensione.

Parecchia.

La bomba esplode a tavola, una sera che Claudio porta a cena una bottiglia di vino meno “pregiata” del solito.

La moglie fa una smorfia: “L’Amarone non possiamo più permettercelo, vedo. Figuriamoci la vacanza al Forte che mi avevi promesso!”.

Claudio è a pezzi, si prende la testa fra le mani.

Sta andando tutto a rotoli, lavoro, famiglia…

“E’ tutta colpa di questa crisi maledetta… mi sto facendo un mazzo tanto per far girare la baracca.

Vedrai che presto torneremo a fare la bella vita di prima e andremo anche in vacanza.

Te lo prometto!

Ma dai… cosa fai Baby? Non esagerare! Perché piangi?”

La moglie, esasperata, non si tiene più: “Va tutto di merda… anche tuo figlio, quel cretino!

Sai che ha fatto? Ha lasciato l’università…dopo tutto quel che abbiamo fatto per lui, almeno avremmo avuto un Dottore in casa…invece mi ritrovo 2 teste di ca@@o !!”

Claudio cade dalle nuvole, é furioso ????????????

“COOOOOSAAA???”

Fabio arriva proprio in quel momento. Ha sentito tutto.

“Sì papà, è vero.

Mi sono rotto le palle di fare il parcheggiato.

Quei libri non servono a niente… cioè, non servono a noi, in questo momento.

Fidati. Non voglio smettere di studiare… Mi sono informato e ho trovato su un Blog un Corso con la soluzione giusta per noi.

Anzi, sai che facciamo? Ci andiamo e lo facciamo insieme. Facciamo un corso tutti insieme!”

Claudio guarda il figlio.

Non si fida, ma è curioso: “Che corso?”

Fabio sorride:

“Vendita e Marketing strategico per il B2B Industriale”

Claudio si mette le mani tra i capelli: “Cos’é ‘sta roba? Fabio, Testina noi non facciamo Marketing Strategico, il tuo Daddy fa Schede Elettroniche, io sono un Perito Elettronico!”

Fabio lo stoppa subito: “… Pà e come perito, il tuo lavoro lo fai benissimo.

Solo che adesso lavorare bene, non basta.

Ci vuole una marcia in più.

Te lo spiego dopo, cos’è il Marketing Strategico. Per ora fidati.

Vedrai che troveremo nuovi clienti. Anzi… vedrai che prima o poi saranno loro a trovare noi!

Bè, te la faccio breve: Fabio aveva visto giusto.

Ci sono cose che NON si imparano all’università, dove la maggior parte degli insegnanti non ha mai messo le mani in pasta e non sa cosa significa sul serio gestire un’azienda.

La realtà si salva con la pratica… non con la teoria, non con un pezzo di carta attaccato al muro.

E te lo dice uno che di pezzi di carta ne ha 2!

Per fortuna papà Claudio si è fidato di Fabio.

Risultato? Libidine!

Anzi Doppia Libidine come dice Claudio…

In poco tempo, i telefoni della “Claudio Schede Elettroniche & C.” hanno ricominciato a squillare, il Business é ripartito e i nuovi clienti hanno iniziato a comprare con continuità.

In meno di un anno, l’Amarone è tornato sul tavolo di casa… e Claudio e sua moglie sono partiti per una super vacanza, ma non al Forte…in Polinesia!

Insomma… bravo Fabio, è proprio il caso di dire largo ai giovani… TESTINA!

Se vuoi aumentare margini e trovare nuovi clienti per la tua azienda nell’Elettronica Industriale, bere l’Amarone tutte le sere, non avere la moglie attaccata ai maroni tutti i giorni e scaricare la Sun lover” su una spiaggia in Polinesia mentre tu te la godi altrove …

Allora RAPIDO, compila subito il form di contatto qui sotto:

Come dice Claudio, See you later ????

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back To Top